mercoledì 18 maggio 2016

Un esempio di azione sindacale: l'integrativo della SAME di Bergamo


Riteniamo utile e istruttivo informare i lavoratori della Piaggio sui risultati di una azione sindacale ben diversa e opposta a quella praticata dalla maggioranza della RSUi in Piaggio. Il Contratto Integrativo della SAME di Treviglio (Bergamo), con circa 1000 lavoratori, garantisce condizioni di lavoro, diritti e salario decisamente migliori di quelli alla Piaggio. Riassumiamo in breve i suoi contenuti e la storia recente dei rapporti sindacali che lo hanno reso possibile.
Il contratto aziendale SAME è stato firmato il 6 novembre 2015 dopo quasi un anno di trattativa. E' il risultato della iniziativa della sola RSU Fiom, che ha la maggioranza alla SAME. La piattaforma della RSU FIOM era stata votata da oltre l’82% dei presenti, con il 92% dei voti. Fim e Uilm ne avevano preso atto e non avevano presentato nessuna propria bozza di richieste.
La Same obiettava che il premio era già uno dei più alti d’Italia e che le indennità varie aggiuntive in busta paga (oltre al 4°livello per tutti) rendono la fabbrica una delle meno competitive per il costo del lavoro. Inoltre in provincia di Bergamo i rinnovi degli integrativi erano praticamente fermi.
Dopo vari incontri, in cui tutti i tentativi di trovare un'intesa sono falliti per la rigidità della Same, la RSU FIOM, in circa 40 giorni tra giugno e metà luglio ha dichiarato oltre 20 ore di sciopero a singhiozzo, con cortei interni e presidi in reparti fulcro, per portare Same più vicina alle richieste della piattaforma. Da quel momento la trattativa ha subito un'accelerazione e si è giunti ad un accordo, votato poi dal 91% dei presenti in fabbrica con il 93,5% di voti favorevoli.
I suoi contenuti principali sono:
PARTE NORMATIVA e INVESTIMENTI
Gli straordinari che, a norma del CCNL, non richiedono accordi con l'RSU vanno comunicati alla RSU 15 giorni prima, per pacchetti minimi di 4 ore, solo dal lunedì al giovedì, con un massimo di 4 ore settimanali e 40 annue, escludendo il periodo tra il 16 Giugno e il 31 Agosto.
La CIGO va ripartita mensilmente tra tutti i lavoratori, a prescindere dai reparti interessati.
Continuerà l’installazione dei raffrescatori per migliorare l’ambiente in estate.
Possibilità su base volontaria di accedere al part-time per quei lavoratori che entro i 18 mesi successivi accedano alla pensione.
Mantenimento della centralità del sito di Treviglio rispetto agli altri stabilimenti sia a livello di progettazione che produttivo. Vengono riportate in fabbrica diverse lavorazioni (trasmissione del cingolo, assali anteriori, ponte anteriore serie 11).
Rifacimento delle linee trattori e nuovo forno di verniciatura (investimento di circa 20 milioni di euro), con 2 linee completamente nuove, non a catena ma secondo la tecnologia dei carrelli AGV.
SALARIO
Su un premio massimo di 5396 euro, sono sempre garantiti in acconto 3590 euro (se il premio fosse inferiore il recupero avverrà coi futuri saldi positivi). Altri 600 euro sono proporzionali alla presenza il lunedì e il venerdì, non corrisposti solo nel caso di assenza per malattie brevi.
Inoltre: aumento fisso in busta paga, a chi ha un superminimo di anzianità inferiore a 70 euro: 20 euro/mese nel 2016 a crescere fino a 35 euro/mese nel 2018. A chi ha un superminimo superiore è riconosciuto un bonus annuale: da 80 euro per il 2016 a 120 euro per il 2018.
Confermati i 15 euro/mese per 13 mensilità ottenuti con la carta rivendicativa del 2013 (che erano stati messi in discussione da Confindustria).
L'azione e I risultati dei nostri compagni della
 Same saranno un punto di riferimento per I
 delegati che saranno eletti nella lista 
FIOM Piaggio
RSU FIOM Piaggio
Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.