venerdì 25 marzo 2016

I dirigenti della Piaggio non rispettano la legge sulla salute e sicurezza

Il decreto legge 81 obbliga il datore di lavoro a valutare il rischio a cui è sottoposto ogni lavoratore nello svolgere il proprio lavoro.
Una corretta valutazione è determinan
te per decidere di adottare oppure no interventi che migliorino le postazioni e diminuiscano così il livello di rischio a cui è esposto il lavoratore.
Sempre la legge stabilisce che il datore di lavoro deve consegnare“tempestivamente” tale valutazione su richiesta del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), per permettere alla RLS di procedere sia alla verifica che le postazioni di lavoro siano adeguate sia alla verifica che la valutazione del rischio sia stata fatta con metodologia corretta.
Ma i dirigenti di quest’azienda si stanno rifiutando di consegnare al RLS la valutazione completa del rischio, questa grave inadempienza si somma ad una situazione sempre più pesante, soprattutto per chi lavora in catena, con un organico sempre più ridotto( tutti gli operai usciti con la mobilità/incentivi non sono stati rimpiazzati), e la continua ricerca della Piaggio di aumentare lo sfruttamento del lavoro.
Ovviamente, faremo tutti i passi formali necessari per far rispettare la legge sulla sicurezza con le denunce a tutte le Autorità competente, ma restiamo convinti che gli operai abbiano nelle loro mani la possibilità di migliorare le proprie condizioni, e perciò sarà alla fine determinante, il loro coinvolgimento e la loro convinzione per perseguire un obiettivo, che sta oggi diventando decisivo per la salute e la vita di noi lavoratori: la diminuzione dei carichi di lavoro.
                                            


 Delegati Fiom Cappellini, Malventi, Guezze, Tecce
Posta un commento

Commenti

Si comunica che il Manifestino non pubblica ne' insulti ne' affermazioni non motivate .Se vuoi scrivere degli argomenti e sei disposto a discuterli, invia un testo, anche breve ma argomentato, e lo pubblicheremo.Grazie

Iscriviti alla newsletter

Google+ Followers

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e l'articoli sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.